Un autentico omaggio alla magia. Stelle a più punte, girandole e giochi optical alternati a grafiche più morbide, ma sempre spruzzate come di polvere di stelle, sembrano dire “a me gli occhi”. Il trucco c’è e si vede, non serve la bacchetta magica, ma basta combinare tra loro i piatti per trasformare ogni volta la tavol